Find Things to Do in...
Search
Tours & Things to Do

More Great Destinations

Take time to explore tours and activities in these amazing destinations:


Shop With Confidence
  • Low Price Guarantee
  • Only Top Quality Tour and Activity Companies
  • 100% Secure Transactions
  • No Hidden Fees
  • 500,000+ Satisfied Customers
Why Book With Us
  • Save Money:

    Booking ahead will almost always save you money.

  • Save Time:

    You've got better things to do than wait in ticket lines.

  • Get The Tour You Want:

    Booking online means you get first pick of available tours.


Contact Us
Search by Category
Top Ten
Traveler Rated
Recommended Activities
Advanced Search

Here are your 2 search results for Tours, Attractions & Activities in Castelsardo, Italy

Entrance Ticket to MIM and MOG Museums in Castelsardo

Entrance Ticket to MIM and MOG Museums in Castelsardo - Castelsardo, Italy

Duration: 30 to 60 mins
Location: Castelsardo, Italy

From USD
$5.83

Visit eleven rooms dedicated to the history of basketmaking in Castlsardo. The basketwork of the town of Castelsardo is still considered an ancient skill, not written down but documented and handed down to the new generations by the villagers who inhabit the medieval town ... More info ›

Visit eleven rooms dedicated to the history of basketmaking in Castlsardo. The basketwork of the town of Castelsardo is still considered an ancient skill, not written down but documented and handed down to the new generations by the villagers who inhabit the medieval town. Visit MOG (Museo delle origini Genovesi) museum dedicated to the genoan origins of Castelsardo.

You will visit the museum of Mediterranean Weaving and the Genoa origins of the town of Castelsardo, which also gives a panoramic view from the fortess.
Along the streets of the town one can still come across basketmakers who are both historical and modern figures, sitting in front of their houses weaving with dwarf palm, marine hay or raffia, almost as if they need to communicate this tradition to tourists as well as to their own fellow citizens, Their artifacts, on display for the tourists and passersby, recall the techniques, forms and decorations of the ancient basketworking tradition of Castelsardo but also reflect the personal tastes and innovative talent of the contemporary local craftsmen.
In Sardinia, the varying distribution of the weft fiber on the warp determines the distinction between two different compositional techniques: coiling and twining. To these we can add the techniques used for roofing and mats; for sacred occasions or ceremonies, like the Easter palms; for the caning of the typical Sardinian kitchen chairs; for articles used in daily work activities depending on the type of work involved; fishing creels or breadbaskets.
The history of Castelsardo originates under the medieval name of Castelgenovese, the fortress belonging to the Ligurian family, the Doria. Its story is linked to a myth belied by historical fact: its founding, for centuries dated at 1102, because of an erroneous interpretation of medieval data by the historian and humanist Giovanni Francesco Fara from Sassari (1543-1591). The exact year is difficult to establish because a foundation charter of the fortress does not exist, it was first mentioned in 1272 in a letter sent by Carlo D’Angiò, King of Sicily to the municipality of Genoa asking that justice be rendered to Guglielmo di Saint-Gilles, a citizen of Palermo, who had been imprisoned in the fortress.

Less info

MUSEUM AMPURIENSE - Standard Ticket

MUSEUM AMPURIENSE - Standard Ticket - Castelsardo, Italy

Duration: 30 to 90 mins
Location: Castelsardo, Italy

From USD
$5.83

Il Museo diocesano di Tempio-Ampurias è una realtà diffusa nel territorio come sistema integrato di servizi che si articola in tre poli fondamentali e una serie di “sacristie” satelliti. I tre poli fondamentali sono situati nei centri storicamente più rilevanti dei territori della Gallura e dell’Anglona:  Castelsardo con il Museum Ampuriense, Olbia con il Museum Civitatense e Tempio Pausania con il Museum Templense;
Le “sacristie” sorgono invece in quei paesi della Gallura e dell’Anglona, laddove le loro comunità cristiane hanno maggiormente lasciato memoria di sè. I musei-sacristie attualmente in funzione sono ubicati ad Arzachena, Calangianus, La Maddalena, Bulzi, Luogosanto e Perfugas.

L'allestimento museale occupa i suggestivi ambienti ipogei da alcuni anni scoperti sotto i pavimenti della Cattedrale. Da subito, si sono individuati due obiettivi importanti: da una parte, far conoscere ai più opere inedite tra le quali il simulacro della Madonna di Salasciu (XIII sec.); dall'altra ottenere la definitiva riunificazione dell'intero ciclo del retablo di Castelsardo, mediante l'esposizione, nella sede d'origine, delle tavole del San Michele Arcangelo, della Trinità e dei Quattro santi opere di quell'anonimo pittore che proprio da Castelsardo prende il nome ... More info ›

Il Museo diocesano di Tempio-Ampurias è una realtà diffusa nel territorio come sistema integrato di servizi che si articola in tre poli fondamentali e una serie di “sacristie” satelliti. I tre poli fondamentali sono situati nei centri storicamente più rilevanti dei territori della Gallura e dell’Anglona:  Castelsardo con il Museum Ampuriense, Olbia con il Museum Civitatense e Tempio Pausania con il Museum Templense;
Le “sacristie” sorgono invece in quei paesi della Gallura e dell’Anglona, laddove le loro comunità cristiane hanno maggiormente lasciato memoria di sè. I musei-sacristie attualmente in funzione sono ubicati ad Arzachena, Calangianus, La Maddalena, Bulzi, Luogosanto e Perfugas.

L'allestimento museale occupa i suggestivi ambienti ipogei da alcuni anni scoperti sotto i pavimenti della Cattedrale. Da subito, si sono individuati due obiettivi importanti: da una parte, far conoscere ai più opere inedite tra le quali il simulacro della Madonna di Salasciu (XIII sec.); dall'altra ottenere la definitiva riunificazione dell'intero ciclo del retablo di Castelsardo, mediante l'esposizione, nella sede d'origine, delle tavole del San Michele Arcangelo, della Trinità e dei Quattro santi opere di quell'anonimo pittore che proprio da Castelsardo prende il nome.

Il notevole flusso di visitatori ha richiesto il potenziamento dei servizi museali mediante l'apertura di due nuove locations espositive individuate nel centro storico del borgo nei locali dell’ex Episcopio e dell’ex Seminario, rimodulate per le esposizioni museali e temporanee. Su tutte le opere emerge quella del cosiddetto “Maestro di Castelsardo" che, alla fine del '400, lasciava nel retablo della Madonna con angeli musicanti ed altre tavole, il culmine della pittura sarda dell'epoca, inserendo l'isola a pieno titolo nei flussi culturali più evoluti dell'Italia del rinascimento e della Spagna incantata dai maestri fiamminghi. Le pergamene e i documenti di archivio testimoniano una storia di cinque secoli. La raccolta del Museum Ampuriense intende documentare e rendere fruibile questo patrimonio d'arte e di cultura.

Less info